Colli Euganei Fior d’arancio DOCG – Secco

 

 

 

Versione secca

Versione secca

Aromaticità suprema nella versione secca

Last but not least, la versione più recente, quella secca.

Il disciplinare in questo caso, lo chiama semplicemente Colli Euganei Fior d’Arancio Docg (senza un appellativo aggiuntivo come nel caso dello spumante e del passito), per saperne qualcosa di più è necessario consultare l’articolo 6 per rinvenire la descrizione del sapore: “da secco a dolce”. E proprio qui si trova l’ultima versione. Non è di facile presentazione ai consumatori, nella mente delle persone, Fior d’Arancio è quasi sinonimo di “dolce”. Ma una volta superato questo fraintendimento, si apre un mondo.

La versione secca del Fior d’Arancio si presenta con un bouquet aromatico incredibile, si riconosce immediatamente il timbro del moscato, per poi passare a mille altri aromi.
In bocca normalmente è secco o accompagnato da un lievissimo residuo zuccherino. Anch’esso dotato di intrigante freschezza, si vede impiegato come aperitivo e come compagno per antipasti e primi piatti e secondi di pesce, che abbiano un corredo aromatico all’altezza.

Anche qui le interpretazioni dei singoli produttori, regalano prodotti anche molto diversi tra loro, troviamo varianti sia sull’aromaticità che può essere più o meno spiccata, sia sulla quantità e complessità dei sensazioni olfattive.

Condividi questi contenuti con i tuoi amici: